Per gli amanti delle foto a 360°, sferiche e della RV, oggi vi parlo di 360schools https://schools.360cities.net/.

Si tratta di una piattaforma web in via di sviluppo che mette a disposizione della scuola circa 350.000 panorami mozzafiato a 360° in alta risoluzione di luoghi storici, culturali o semplicemente scatti meravigliosi di sicuro interesse didattico, effettuati in tutto il mondo.

360schools fa parte del portale https://www.360cities.net/ all’interno del quale è possibile creare un proprio repository di foto e video 360°, che poi possono anche essere commercializzate. Allo stesso modo è possibile vedere gli scatti e i video degli altri iscritti e acquistarli.

La sezione scolastica, che è quella che ci interessa maggiormente, è in via di implementazione ma è già ricca di contenuti. Intanto diciamo subito che in entrambe le piattaforme non è possibile scaricare gratuitamente le foto e i video. È però possibile condividerle con i propri studenti, ma soprattutto, novità dell’ultim’ora, è possibile incorporare le foto attraverso il codice HTML come in questo esempio

Ma vediamo nel dettaglio cosa è possibile fare, così come riportato nel sito:

Condividere

Condividi panorami a 360 ° con i tuoi studenti in modo che possano visualizzarli sui loro computer, telefoni, tablet o nei loro dispositivi VR. Puoi condividere i panorami con i tuoi studenti tramite URL, codice QR o Google Classrooms.

Incorporare

Integra panorami a 360 ° direttamente nei tuoi blog di classe, feed di classe LMS e altri siti Web che utilizzi nelle tue attività educative.

Aiuto

Trova le risposte alle tue domande su 360schools e su come possiamo supportare le tue attività di insegnamento.

Feedback

Condividi le tue esperienze e idee su come i 360school possano essere di maggior valore per te e i tuoi studenti.

Newsletter

Tieniti informato e ricevi periodicamente notizie e aggiornamenti iscrivendoti alla nostra newsletter via email.

Come dicevamo sopra, la piattaforma è in costante sviluppo, come d’altronde l’utilizzo delle foto sferiche e della realtà virtuale nella didattica, e gli sviluppatori affermano che le diverse implementazioni avverranno nei prossimi mesi. Ma vediamo di cosa si tratta. La nota più rilevante è decisamente la possibilità di usufruire di Tour Virtuali già creati e messi a disposizione di insegnanti e studenti ma, cosa molto utile, affascinante e stimolante, è la possibilità di poterli creare da sé.

Nella piattaforma è presente un esempio di Tour guidato https://schools.360cities.net/guided-tours che ci dà l’idea delle potenzialità di questa piattaforma.

Gli sviluppatori affermano che stanno lavorando a un editor di visite guidate che consentirà agli insegnanti di creare visite guidate come quella dell’esempio che riportiamo https://schools.360cities.net/guided-tour/coral-reefs. Le visite guidate hanno lo scopo di portare agli studenti un nuovo modo di vedere il mondo a 360 °, indipendentemente dal fatto che siano in classe, a casa o in vacanza.

Per riassumere, stanno organizzando il lavoro in tre fasi che riportiamo testualmente:

  • LE NOSTRE VISITE GUIDATE: Stiamo creando centinaia di Visite guidate con temi educativamente rilevanti e luoghi affascinanti da tutto il mondo che gli insegnanti possono condividere con gli studenti e utilizzare nelle loro lezioni.
  • I TUOI TOUR GUIDATI: stiamo realizzando un editor per i tour guidati che consentirà agli insegnanti di creare i propri tour guidati utilizzando panorami a 360 ° della nostra collezione.
  • CREAZIONE DEGLI STUDENTI: Gli studenti avranno il potere di creare i propri tour guidati utilizzando foto e panorami a 360 ° che creano.

Di sicuro una piattaforma da tenere costantemente sott’occhio per gli sviluppi futuri, che potrebbero essere molto interessanti nel momento in cui verrà messa a disposizione di studenti e insegnanti l’editor per la realizzazione di Tour Virtuali, visibili da tutti i dispositivi tecnologici compresi i visori 3D.

Decisamente un valido contributo in un mondo, quella della realtà virtuale, delle foto e dei video a 360°, che potrebbe presto portare ad un nuovo modo di costruire le proprie lezioni, puntando a catturare l’interesse degli studenti in un campo a loro molto familiare.